Berman Pavel

Violinista virtuoso e dalla “forza espressiva immensamente densa”, figlio d’arte e già enfant prodige premiato a soli diciassette anni dalla Giuria del Premio Paganini, Pavel Berman ha attirato l’attenzione del mondo musicale con il Primo Premio e la Medaglia d’Oro al Concorso Violinistico Internazionale di Indianapolis nel 1990. “Un artista senza compromessi, un interprete formidabile e profondo che suona con la consapevolezza di chi sa come rappresentare la musica in se stessa” (Ensemble Magazine, Germania 2010 ).
Nel corso della sua carriera Pavel Berman ha suonato con orchestre quali la Dresden Staatskapelle, la Indianapolis Symphony Orchestra, la Atlanta Symphony, la Dallas Symphony, la Prague Symphony, la Royal Philarmonic di Liverpool, la Beijing Philharmonic, i Berliner Sinfoniker e ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall di New York, il Théâtre des Champs Elysées e la Salle Gaveau di Parigi, la Herkulessaal di Monaco, il Bunkakaikan di Tokyo, il Teatro alla Scala di Milano, il Palais des Beaux Arts di Bruxelles, collaborando con direttori d’orchestra come Iliahu Inbal, Andrey Boreyko, Raimond Leppard, George Hanson, Petr Altrichter.
Accanto alla collaborazione cameristica con suo padre Lazar Berman, ha collaborato con eccellenti artisti dai vari generazioni tra i quali: Andras Schiff, Bruno Canino, Nabuko Imai, Aruel Nicolè, Gustav Rivenius, Alexander Kniazev, Daniel Muller-Schott. Pavel Berman appare inoltre nel ruolo di Solista e/o Direttore con orchestre quali l’Orchestra Sinfonica Nazionale di RAI di Torino, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Sinfonica Toscanini di Parma, il Carlo Felice di Genova, Orchestra del Teatro Sao Carlo di Lisbona, Moscow Symphony Orchestra, Romanian National Radio, Wurtembergische Philharmonie, i Virtuosi di Mosca e Baltic Virtuosi.
Ha suonato il Concerto per Violino e Orchestra di Brahms con l’Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia diretta Yutaka Sado, è stato in tournée in Giappone e ha preso parte a un progetto dedicato Rachmaninoff in collaborazione con il pianista Alexander Romanovsky e il violoncellista Enrico Dindo, presentato all’Accademia di Santa Cecilia nel Gennaio 2012. Nello stesso anno ha suonato con I Virtuosi Italiani, con l’Orchestra della Fondazione CRT, con l’Orchestra da Camera di Mantova e con l’Orchestra di Padova e del Veneto. Nell’estate 2012 inaugurerà il Festival Dino Ciani di Cortina in duo con il pianista Alexander Romanovsky.
Tra le sue registrazioni ricordiamo i CD per Dynamic dedicati a Prokofiev: le Sonate con il pianista Vardan Mamikonian, e i due Concerti con Orchestra di Radio Svizzera Italiana diretta da Andrey Boreyko. Recentemente ha videoregistrato i 24 Capricci di Paganini.
Pavel Berman si dedica anche all’attività didattica, insegna presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano mentre in Italia è attivo presso l’Accademia “Perosi” di Biella.
Suona il violino Antonio Stradivari ‘Conte De Fontana' 1702 ex David Oistrach affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.