Clein Natalie

Descritta dal Times come "ipnotizzante" e "sfrenatamente appassionata", la violoncellista britannica Natalie Clein ha costruito una carriera illustre, esibendosi regolarmente nelle sale da concerto più importanti e con orchestre in tutto il mondo.

Per l'etichetta Hyperion ha inciso i due Concerti per violoncello di Camille Saint-Saëns, Schelomo di Bloch e Kol Nidrei di Bruch con la BBC Scottish Symphony Orchestra ottenendo un grande successo di critica. Un disco solista con opere di Bloch, Ligeti e Dallapiccola è uscito il 27 gennaio 2017 e ha conseguito il premio Diapason d'Or.

Ha già inciso 3 dischi per EMI.

La stagione 2017/18 ha visto Natalie Clein esibirsi come parte della Utzon Music Series al Sydney Opera House, Haydn D Major Cello Concerto con Salzburg Chamber Soloists in Brazil e Recreation Orchestra Graz, Elgar's Cello Concerto con Collegium Musicum Basel, Brandenburgische Staatsorchester Francoforte e Philharmonia, e il Triplo Concerto di Beethoven con l'Insula Orchestra e Laurence Equilbey per la Giornata internazionale della donna 2018. È stata giudice del concorso Young Musician della BBC del 2018 e si è esibita in uno speciale Prom della BBC per celebrare il 40° anniversario della competizione. 

Altre recenti novità includono spettacoli come parte del Cello Unwrapped Series al Kings Place di Londra per la prima mondiale di Flood of Beauty di Sir John Tavener al Barbican Centre con Britten Sinfonia, Bloch's Schelomo con l'Orkiestra Symfoniczna NFM e Benjamin Shwartz a Wrocław, e spettacoli allo Stavanger Chamber Music Festival in Norvegia.

Natalie Clein si è esibita con prestigiose orchestre tra cui Philharmonia, Hallé, Bournemouth Symphony, City of Birmingham Symphony, Montreal Symphony, Orchestre National de Lyon, Nuova Zelanda Symphony, San Pietroburgo Symphony e Orquesta Filarmonica de Buenos Aires. Si è esibita con direttori come Sir Mark Elder, Sir Roger Norrington, Gennady Rozhdestvensky, Leonard Slatkin e Heinrich Schiff.

Concertista appassionata e performer da camera, ha recentemente eseguito le Suite di Bach per violoncello a Londra, Southampton e Oxford; ha curato una serie di quattro concerti per BBC Radio 3 a LSO St Luke's.

Collabora regolarmente con artisti come Sergio Tiempo, Håvard Gimse, Anthony Marwood e Leif Ove Andsnes. Ha anche lavorato con Martha Argerich, Ian Bostridge, Simon Keenlyside, Imogen Cooper, Lars Vogt, Isabelle Faust ed è l'orgoglioso direttore artistico del suo festival di musica da camera a Purbeck, nel Dorset.

Collabora regolarmente con compositori contemporanei come Thomas Larcher e Brian Elias e ha anche curato e partecipato a progetti interdisciplinari con il ballerino Carlos Acosta, lo scrittore Jeanette Winterson e la regista Deborah Warner tra gli altri.

Nel 2015 Natalie Clein è stata nominata Artist in Residence e Director of Musical Performance presso l'Università di Oxford per 4 anni, assumendo un ruolo di primo piano nella programmazione di concerti, nello sviluppo di nuovi progetti artistici e nell'introduzione di nuove modalità di insegnamento. Un progetto su Bach è iniziato nell'autunno del 2016, insieme alle visite di alcuni dei più importanti compositori contemporanei.

Nata nel Regno Unito, Natalie si è fatta notare già all'età di sedici anni quando ha vinto sia il premio Young Artist of the Year della BBC sia il Concorso Eurovision per giovani musicisti di Varsavia.

Come studente è stata insignita della Queen Elizabeth Scholarship dal Royal College of Music. Ha completato i suoi studi con Heinrich Schiff a Vienna.

Natalie è una docente al Royal College of Music di Londra e alla Music Academy di Rostock. Suona il violoncello "Simpson" Guadagnini del 1777.