Organi istituzionali e amministrazione trasparente

L’ente riceve contributi pubblici:

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA’ CULTURALI E DEL TURISMO

DIREZIONE GENERALE PER LO SPETTACOLO DAL VIVO

                  o Anno di prima sovvenzione: 1984

                  o Attività sovvenzionata ininterrottamente: Sì

REGIONE PIEMONTE

                  o Promozione delle Attività Culturali

COMUNE DI BIELLA

Di seguito:

- Bilancio

- Informazioni  relative ai titolari di incarichi amministrativi e artistici di vertice e di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, nonché di collaborazione e consulenza, ricoperti all’interno dell’Accademia Perosi onlus:

a) gli estremi dell’atto di conferimento dell’incarico

b) il curriculum vitae

c) i compensi, comunque denominati, relativi al rapporto di lavoro, di consulenza o di collaborazione.

Estremi dell’atto di conferimento dell’incarico di Presidente (funzione non retribuita):

                                   Con verbale di assemblea n. 141.030 di Repertorio n. 22.403 di Raccolta, registrato in Cossato il 22/10/2009 al n. 942 vol. /serie Mod. 1t, del 21/10/2009 Innanzi al dott. Pierlevino Rajani Notaio iscritto nel ruolo del Distratto Notarile di Biella, , si costituisce ed agisce nel suddetto atto nella sua qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione  della “Associazione Accademia di Alta Formazione Artistica e Musicale Lorenzo Perosi - onlus”, con sede in Biella al Corso del Piazzo 24. Codice fiscale 02083770020. Presidente: Giacomelli Stefano

Per Atto costitutivo del 12/12/2002 n. 122.173 di Repertorio N. 14.325 di Raccolta, l’Accademia non ha fini di lucro, è apolitica e si propone l’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale nel campo della cultura e dell’arte musicale. La sua attività consiste nella promozione della cultura e dell’arte in genere e musicale in particolare, nonché nella promozione di particolari linguaggi o tradizioni musicali, anche con riferimento all’innovazione musicale, all’ausilio a nuovi progetti musicali, al collegamento con esperienze artistiche di altri Paesi, alla caratteristica multidisciplinare del progetto, alla necessità di incentivare la presenza musicale in aree meno servite. Per il raggiungimento delle predette finalità, l’Associazione promuoverà lo studio e l’approfondimento di problemi di natura culturale. Particolarmente nel settore della musica, in modo da coordinare l’azione dei singoli e della collettività verso il progressivo e costante aggiornamento delle conoscenze musicali in genere, nel pieno rispetto della liberta della espressione artistica e delle scelte culturali. L’Associazione, pertanto, promuoverà l’insegnamento della musica e la diffusione della cultura musicale in tutte le sue forme.

Direzione, Consiglio accademico

L’Accademia Perosi vanta più di 30 anni di attività. Il consiglio dei docenti (definito di seguito Consiglio Accademico)  vale quale consulenza per l’attività didattica nella stesura dei programmi dei corsi triennali.

Il curatore e coordinatore di tutti i progetti e degli eventi (didattica, spettacoli, concerti, festival, stagioni musicali, produzioni librarie e discografiche, piazzoperosi) dell’Accademia Perosi è, fin dal 1998, Stefano Giacomelli. Favorisce il direttore nella stesura delle linee programmatiche didattico-artisitiche, il C.A.

La compagine didattico-artistica, stabile da più di 10 anni, e un corpo docente che vanta una permanenza media di 9/15 anni, vengono legittimati dai dati statistici circa l’occupazione in Conservatori, Orchestre e Scuole, oltre che dai Concorsi vinti dagli studenti dell’Accademia. Alcuni dati relativi ai docenti: Ana Chumachenco collabora con l’accademia dal 1995, Carlos Arcieri dal 2006, Marco Rizzi dal 2002, Roberto Ranfaldi dal 1994…

 

Carlos Arcieri. Nato a Barranquilla in Colombia, studia arte all’Academia de Bellas Artes, Universidad del Atlantico a Barranquilla. Trasferitosi negli Stati Uniti per approfondire gli studi è stato il destinatario di numerose borse di studio da parte della Arts League di New York esponendo su Madison Avenue e Soho. Qualche tempo dopo inizia a lavorare per la Rembert Wurlitzer Inc., il grande e prestigioso rivenditore di strumenti ad arco, lì conosce Simone Fernando Sacconi, diventando uno dei pochi apprendisti scelti dal Maestro stesso. La vicinanza con Sacconi ha permesso ad Arcieri di condividerne l’esperienza e le conoscenze, ponendo le basi per una futura carriera da liutaio. Ha diretto il primo laboratorio con Vahakan Nigogosian presso l’Oberlin College e continua a tenere workshop presso le diverse Orchestre Nazionali in Colombia, l’Accademia Perosi di Biella e la Spanish Society of Luthiers and Bow Makers di Barcellona.

Presta i propri servizi presso la New York Philarmonic, la Julliard School of Music, la Metropolitan Museum String Instruments Collection, affermate fondazioni, collezionisti, musicisti di orchestre internazionali e solisti provenienti da Asia, Europa, Stati Uniti e Sud America. E’ membro fondatore della Federazione Americana di violino e Archetto.

 

Pavel Berman. Violinista virtuoso e dalla “forza espressiva immensamente densa”, figlio d’arte e già enfant prodige premiato a soli diciassette anni dalla Giuria del Premio Paganini, Pavel Berman ha attirato l’attenzione del mondo musicale con il Primo Premio e la Medaglia d’Oro al Concorso Violinistico Internazionale di Indianapolis nel 1990.

Nel corso della sua carriera Pavel Berman ha suonato con orchestre quali la Dresden Staatskapelle, la Indianapolis Symphony Orchestra, la Atlanta Symphony, la Dallas Symphony, la Prague Symphony, la Royal Philarmonic di Liverpool, la Beijing Philharmonic, i Berliner Sinfoniker e ha tenuto concerti nelle più prestigiose sale del mondo quali la Carnegie Hall di New York, il Théâtre des Champs Elysées e la Salle Gaveau di Parigi, la Herkulessaal di Monaco, il Bunkakaikan di Tokyo, il Teatro alla Scala di Milano, il Palais des Beaux Arts di Bruxelles.

Appare inoltre nel ruolo di Solista e/o Direttore con orchestre quali l’Orchestra Sinfonica Nazionale di RAI di Torino, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Sinfonica Toscanini di Parma, il Carlo Felice di Genova, Orchestra del Teatro Sao Carlo di Lisbona, Moscow Symphony Orchestra, Romanian National Radio, Wurtembergische Philharmonie, i Virtuosi di Mosca e Baltic Virtuosi. Ha suonato il Concerto per Violino e Orchestra di Brahms con l’Orchestra del Teatro “La Fenice” di Venezia diretta Yutaka Sado. Suona il violino Antonio Stradivari ‘Conte De Fontana’ 1702 ex David Oistrach affidatogli dalla Fondazione Pro Canale.

 

Ana Chumachenco, di origine russa, nata a Padova e di nazionalità  argentina. Dopo una rapida carriera iniziata ancora molto giovane in Argentina, Ana Chumachenco ritornò in Europa all’età  di 17 anni. Già  dopo un anno, vinse la medaglia d’oro al concorso C. Flesh di Londra, e successivamente la medaglia d’argento al Concorso Regina Elisabetta di Bruxelles. In quegli anni, i suoi maestri furono Joseph Szigeti, Sandor Vegh e Yehudi Menuhin. Oltre alla sue attività  di solista in recitals e con le maggiori orchestre europee, Ana Chumachenco ha dedicato molto del suo tempo alla musica da camera, in particolare al trio d’archi. In questa formazione ha suonato per oltre venti anni con il violista Oscar Lysy e il violoncellista Walter Notas. Fin dall’inizio degli anni ’90, ha diretto la Camerata di Berna. Inoltre, Ana Chumachenco svolge una intensa attività  didattica. E’ titolare della cattedra di violino presso la Musikhochschule di Monaco di Baviera. Dai suoi corsi sono usciti giovani violinisti di fama internazionale.

Ana Chumachenco fa regolarmente parte delle giurie die concorsi violinistici più prestigiosi, tra i quali il Concorso Regina Elisabetta di Bruxelles, il concorso J. Sibelius a Helsinki e il concorso ARD di Monaco di Baviera.

 

Davide Formisano è nato nel 1974 a Milano, si è perfezionato con i maestri Glauco Cambursano,Bruno Cavallo, Jean Claude Gerard presso la Musikhochschule di Stoccarda ed Aurele Nicolet a Basilea,Il quale influenzera’ fortemente il suo gusto musicale. A diciassette anni si pone all’ attenzione di Sir James Galway e Patrick Gallois,anche loro fondamentali nella sua formazione flautistica e musicale. Nello stesso periodo si presenta al IV Concorso Jean-Pierre Rampal di Parigi e consegue il Prix Special du Jury, ottenendo negli anni seguenti il Primo Premio al Concorso Internazionale di Budapest ed il Secondo Premio, con primo non assegnato, al concorso ARD di Monaco di Baviera. Nel 1995 ottiene il posto di Flauto solista nella Filarmonisches Staatorchester di Amburgo, ricoprendo nel 1996 lo stesso ruolo presso la Netherlands Radio Philarmonic Orchestra. Dal marzo 1997 al luglio 2012 è Primo Flauto Solista dell’Orchestra del Teatro alla Scala e dell’omonima Filarmonica. Nel luglio 2012 decide di lasciare tale posizione per poter dedicarsi a pieno alla sua attività cameristica, solistica e didattica.

Davide Formisano ha accostato al ruolo di professore d’orchestra una brillante e crescente carriera cameristica e solistica, esibendosi in Europa,Asia,Nord America ed America Latina con partners del calibro di Bruno Canino, Radovan Vlatkovic, Phillipp Moll, Sergio Azzolini, Fabio Biondi,Daniel Barenboim, Riccardo Muti, James Galway,Philippe Entremont,Thomas Sanderling e accompagnato da orchestre quali Bayerischer Rundfunk, Dresdner Kapellsolisten,Orchestra Filarmonica della Scala, Filarmonica di S. Pietroburgo e Tonhalle Ensemble di Zurigo, I Cameristi della Scala,Basel Rundfunk Orchester,Badische Staatskappelle. Nel 2007 vince il concorso presso la prestigiosa Hochschule fuer musik di Stoccarda in Germania diventandone “Haupt professor”.

 

Stefano Giacomelli (dir. art.). Nato a Genova nel 1967, ha iniziato lo studio del violino e del pianoforte all’età di sei anni all’istituto musicale “Lorenzo Perosi” di Biella con Luigi Agazzini, proseguendoli al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino. Ha frequentato i corsi di analisi musicale tenuti da Franco Donatoni e si è perfezionato a Ginevra con Lilliane Aleinik e in seguito con Corrado Romano. In quel periodo ha iniziato ad occuparsi di comunicazione e negli anni ’90 e ’91 ha frequentato i corsi di marketing e tecniche della comunicazione. Laureato in Scienze della Comunicazione con una tesi in Semiotica del testo narrativo, si dedica allo studio dello strutturalismo linguistico non escludendo semiotiche relative al sistema musicale ed alla analisi semiotica dell’audiovisivo pubblicitario. Autore di opere musicali e teatrali, ultimamente si è dedicato al testo come espressione nel teatro musicale ed alla musica nei social media. Nel 1994 è stato nominato Presidente e Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera di Torino. Dal 1998 è direttore artistico dell’Accademia di Alta Formazione Artistica e Musicale L. Perosi – onlus, per la quale cura e coordina tutti i progetti e gli eventi (didattica, spettacoli, concerti, festival, stagioni musicali, produzioni librarie e discografiche, Piazzoperosi). Dal 2010 si occupa della gestione artistica di vari progetti dell’Orchestra dei Talenti Musicali di Fondazione CRT. Tra questi, va segnalata l’organizzazione della tournée in Israele al seguito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione della Conferenza “Italia-Israele: gli ultimi 150 anni”. Tra il 2011 e il 2013 gli è stato affidato il coordinamento artistico della stessa Orchestra, per i concerti diretti dai Maestri Riccardo Muti, Riccardo Chailly e Gianandrea Noseda in occasione del conferimento delle Lauree Honoris Causa a loro assegnate dall’Università degli Studi di Torino. Nel 2015 ha allestito la prima assoluta dell’opera de “Il piccolo Principe” di Alberto Caruso al Teatro Carignano di Torino. In produzione (2017), l’Opera Show “CRASH Cntrattempo”, sempre al Teatro Carignano di Torino. Sotto il suo management, l’attività concertistica del Perosi, per la stagione 2014/15, ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica. Recentemente ha lanciato la piattaforma multilingue “fullclassical”, un’applicazione di social networking dedicata esclusivamente alla musica classica. Su tale piattaforma è possibile condividere testi, immagini, video, creare curricula, appuntamenti a concerti o corsi o concorsi.

 

Marco Rizzi. Premiato nei 3 concorsi più prestigiosi per violino - il Tchaikovskij di Mosca, il Reine Elisabeth di Bruxelles e l’Indianapolis Violin Competition - Marco Rizzi è particolarmente oggi apprezzato per la qualità, la forza e la profondità delle sue interpretazioni. Viene presto riconosciuto come il più interessante violinista della nuova generazione e gli viene conferito, su indicazione di Claudio Abbado, 1’Europäischen Musikförderpreis nel 1991.

In Italia l’attività artistica di Marco Rizzi viene seguita con entusiasmo. Regolarmente ospite delle sale più prestigiose come la Scala di Milano, la Salle Gaveau e la Salle Pleyel a Parigi, il Lincoln Center di New York, la Sala Grande del Conservatorio di Mosca, la Musikhalle di Amburgo, il Tivoli di Copenhagen, il Concertgebouw di Amsterdam, la Konzerthaus di Berlino, ha collaborato con direttori quali Riccardo Chailly, Hans Vonk, Aldo Ceccato, Vladimir Jurowski, Peter Eötvös, e con rinomate orchestre quali la Staatskapelle Dresden, la Indianapolis Symphony Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic, la Hong Kong Philharmonic, la Rotterdam Philharmonisch, l’’Orquesta RTVE di Madrid, la BBC Scottish Symphony, la Netherlands Philharmonic Orchestra, Orchestra Filarmonica G. Verdi di Milano, Orchestra Filarmonica della Radio Olandese e numerose altre. All’attività solistica Marco Rizzi affianca una dimensione cameristica vissuta con passione; con partner come Andrea Lucchesini, Mario Brunello, Lila Zylberstein, Nobuko Imai, etc. è spesso ospite di prestigiosi Festival cameristici internazionali. In ambito didattico insegna in una classe di livello internazionale alla Hochschule für Musik - Mannheim (Germania), dove è titolare di una cattedra di violino, e alla prestigiosa Escuela Superior de Musica Reina Sofia di Madrid.

 

Roberto Ranfaldi. Iniziato lo studio del violino con Mario Ferraris, nel 1982 è a Boston, vincitore di una borsa di studio per seguire i corsi di E. Rosenblyth. Nel 1983 si esibisce come solista in tournèe con la Schweizer Streichorchester diEngelberg (Svizzera). Si perfeziona con Corrado Romano prima a Ginevra e poi presso l’Accademia Internazionale “ L. Perosi “ di Biella. Nel 1989 entra a far parte dell’Orchestra Sinfonica di Torino della RAI; dal 1995 è violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Ha suonato sotto la direzione di alcuni fra i più grandi direttori contemporanei, compiendo numerose tournèe in Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Spagna, Stati Uniti e Svizzera. Come solista ha interpretato concerti di Bach, Bruch, Mozart, Respighi, Viotti e Vivaldi. Svolge attività didattica presso l’Accademia Internazionale “Lorenzo Perosi” di Biella ed è spesso invitato a far parte di giurie di concorsi nazionali e internazionali.Suona un violino Gennaro Gagliano del 1761.


Documento incarichi

In data 23/10/2012 l’Assemblea del Consiglio ha deliberato quanto segue:

a valere a tutti gli effetti di legge, l’Accademia di Alta Formazione Artistica e Musicale Lorenzo Perosi onlus di Biella, con sede in Palazzo Gromo Losa, Corso del Piazzo 24 a Biella, codice fiscale 02083770020, visti i verbali di assemblea del 21.10.2009 e visti i verbali stilati in data 23.10.2012, riconferma il Dott. Stefano Giacomelli, nato a Genova il 03.12.1967 e residente a Torino, in Via Mazzini 2, codice fiscale GCMSFN67T03D969R (quale già direttore artistico dal 2002) con nomina accettata dal suddetto fino al 31/12/2016

Sono pertanto conferiti i seguenti incarichi:

  • Gestione dell’attività didattica corsi di base
  • Gestione dei rapporti e progetti con Fondazioni ed Enti
  • Gestione dell’attività editoriale e discografica
  • Gestione della Stagione Concertistica, dei Corsi di Alto Perfezionamento, del Perosiensemble, dei rapporti con l’Ufficio stampa

In data 11 dicembre 2015, l’Assemblea si è nuovamente riunita conferendo i seguenti incarichi per l’anno 2016.

  • La gestione dell’attività didattica dei corsi, il coordinamento delle attività, le sessioni di prove di simulazione di esame e loro calendarizzazione, sarà affidata al M° Alessandro Barbi il quale percepirà un compenso lordo annuo pari a Euro 16.000,00
  • La gestione dei rapporti e progetti con Fondazioni ed Enti, in particolar modo per la gestione del Progetto Diderot – Linea AscoltarCantando. Il coordinamento dei docenti, l’organizzazione e il rispetto del codice etico è affidata al Dr. Giacomelli assistito dalla Dott.ssa Michela Crosa.
  • La gestione dell’attività editoriale e discografica sarà  affidata, sotto l’orientamento del Direttore, al M°. Renzo Rossi.
  • La gestione della Stagione Concertistica, dei Corsi di Alto Perfezionamento, del Perosiensemble, dei rapporti con l’Ufficio stampa sarà affidata al Dott Stefano Giacomelli. Che nello specifico si occuperà di:
    • Stagione Concertistica: sarà Sua cura occuparsi della programmazione artistica attraverso un’impostazione triennale, individuando i musicisti ospiti, la calendarizzazione dei concerti dei docenti dell’accademia e dei loro migliori studenti, i rapporti con le agenzie. Per tali prestazioni professionale sarà corrisposto il compenso loro annuo pari a 12.000,00 Euro.
    • Corsi di perfezionamento: il Direttore concorderà l’avvio e la cessazione dei corsi e sarà Sua cura attuare tutti quei provvedimenti utili, a Suo giudizio, al buon funzionamento della scuola e della qualità formativa offerta, cercando gli opportuni contatti, coordinando i rapporti artistici con altre istituzioni musicali italiane e straniere, garantendo l’alto profilo artistico. Promuovendo l’attività concertistica dei migliori studenti. Per tale attività si avvarrà del Consiglio dei Docenti composto dai maestri: R. Ranfaldi, D. Formisano, P. Berman, A. Chumachenco, C. Arcieri, M. Rizzi.
    • Perosiensemble: per l’organizzazione del gruppo d’archi dell’Accademia denominato “Perosiensemble”. Pertanto: avvierà i contatti e concluderà gli accordi con le compagnie teatrali ed i singoli artisti inseriti, dichiarando la congruità dei singoli costi.
    • Proporrà e predisporrà il programma degli eventi e degli spettacoli dell’ensemble di cui curerà direttamente l’organizzazione.
    • Ufficio Stampa: curerà, anche attraverso l’ufficio stampa, i rapporti con gli organi di informazione, partecipando direttamente alle conferenze stampa di presentazione degli eventi, ad iniziative promozionali, incontri, dibattiti, interviste e a tutte le altre iniziative che l’Accademia intenderà programmare ai fini della pubblicizzazione delle attività. Per le attività sopra descritte gli verrà corrisposto il compenso loro annuo pari a 37.000,00 Euro.

 

Circa il rispetto di quanto disposto dall’art. 9, commi 2 e 3 del DL 8/8/2013, n. 91 (Disposizioni   urgenti   per   assicurare la trasparenza, la semplificazione e l'efficacia del sistema di contribuzione pubblica allo spettacolo dal vivo e al cinema), convertito con legge 7/10/2013, n. 112, tale documento dovrà essere pubblicato sul sito dell’Accademia stessa.